conoscere la cina e le sue tradizioni

Conoscere la Cina: cosa sappiamo?

Quanti stereotipi possiamo riscontrare quando non ci informiamo di persona su un argomento?

Per evitare e riuscire a conoscere la Cina nel migliore dei modi, ecco qualche informazione che potrebbe presentarci questo nuovo e antico paese. Primo fra tutti il grande desiderio di modernità: noi italiani siamo molto legati al fascino antico e pittoresco dei nostri paesaggio e dei nostri centri storici,città come la nostra Venezia o Firenze con il Ponte Vecchio per non parlare di Roma. Lo stesso non si può dire della moderna Cina, che insegue a ritmi sempre più frenetici l’obbiettivo di rinnovare paesaggi e case. Milano, patria della moda, resta la meta più ambita.

Nelle grandi città sono sempre più presenti moderni grattacieli di vetro e cemento che sono diventati il simbolo della crescente ricchezza cinese. Chissà cosa pensano i cinesi sempre più alla ricerca di modernità di noi, occidentali, che amiamo tanto l’idea antica e rurale della Cina proposta dai film o vecchi dipinti.

Conoscere la Cina: alimentazione

La Cina subisce una trasformazione anche per quanto riguarda cibi e bevande, infatti l’aumentato consumo di vino testimonia lo status sociale del consumatore che non abbandona le tradizioni ma è attento alle novità che provengono dall’occidente. Cresce anche il consumo di latte vaccino, alimento fino a pochi anni fa tenuto a distanza. Resta comunque poco apprezzato il formaggio, tranne che da una piccola nicchia che vuole e può permettersi di gustare appieno la gastronomia occidentale.

La vita frenetica cinese rende impossibile stabilire un orario preciso per mangiare, cosa quasi impossibile, specie per noi italiani, che invece abbiamo bisogno della rassicurante conferma di ritrovare i nostri familiari almeno una volta al giorno tutti insieme allo stesso tavolo. Da qui nasce e si diffonde sempre più lo street food, chioschetti che preparano al momento una diversa scelta di piatti da consumare al momento. Da distinguere attentamente al junk food, in quanto la cultura cinese ha un grande rispetto per l’equilibrio tra mente e corpo e un’alimentazione scorretta andrebbe proprio contro questa filosofia che tiene molto ad un’adeguata educazione alimentare.

Un altro cambiamento si verifica nell’espressione individuale della popolazione,che finora trovava realizzazione e soddisfazione soltanto facendo parte del cerchio familiare e della società. Questo idealismo non è ancora del tutto cambiato, ma si registra un certo interesse da parte del popolo cinese verso le attività individuali, quali la lettura per piacere e non solo impostata dal programma scolastico, per citarne un esempio. Resta ancora poco diffuso il concetto di privacy, abitando per lo più tutta la famiglia in un unico ambiente casalingo, difficilmente un individuo gode di una camera da letto personale.

Ma quali influenze subiamo noi occidentali dal mondo orientale? Si riduce tutto al ristorante sotto casa o al negozietto con capi a basso costo? Certo che no, nella nostra cultura abbiamo incluso a braccia aperte e sempre in maniera più diffusa, alcune discipline marziali, ci siamo avvicinati anche a teorie che riguardanti l’architettura e l’arredamento d’interni,l’uso di simboli e ideogrammi in stampe o quadri e tatuaggi, per non parlare poi dell’influenza culinaria, specie nella cucina vegana, grazie all’uso del tofu. Da non tralasciare la sempre più ampi e diffusa ricerca di una medicina più naturale, come ad esempio l’antica pratica dell’agopuntura, basata sulla teoria dell’equilibrio energetico che utilizza farmaci per ristabilire l’equilibrio, la cui mancanza provoca il disturbo da cui siamo afflitti.

Possa la vostra curiosità verso questa antica e moderna cultura aiutar ad eliminare le barriere mentali ancora troppo diffuse nel mondo occidentale.

Debora Maida

Clicca qui per scoprire di più

Lascia un commento