LUCIA MUSSO

Lucia Musso abita a Como, ha 49 anni e sono anni che si forma nell’apprendimento e insegnamento della lingua cinese.

“Il motivo più grande che mi ha spinta a creare il manuale in mezzo a mille difficoltà è stato il desiderio di essere utile a tante persone che come me non hanno avuto le circostanze favorevoli per frequentare l’università.

Forse non hanno neanche avuto l’occasione di fare un viaggio in Cina, oppure conoscono la favolosa Terra di Mezzo solo attraverso gli occhi di chi ci è nato e si sono innamorati della gente, della lingua, di tutto…

E così hanno deciso di studiare Cinese.”

Penso a me quando ho iniziato: non potevo permettermi un corso decente o un insegnante, ma un manuale e qualche buon libro sì.
Collaborando con “Genio In 21 Giorni” ho scelto di creare questo manuale proprio per dare a tutte le persone che hanno:

  • voglia di imparare una nuova lingua,
  • motivi lavorativi,
  • passione per la cultura cinese

uno strumento semplice da usare con istruzioni chiare dalla prima all’ultima pagina.

Il manuale prevede l’utilizzo di tecniche innovative di apprendimento veloce e memorizzazione, tramite le quali sarà possibile imparare vocaboli (lettura, pronuncia, significato) e nozioni di grammatica necessari per il conseguimento della certificazione HSK Livello 1.

Ma tutto questo è nato da un sogno!!!

Nel senso LETTERALE del termine.

È un pomeriggio luminoso e sto passeggiando in un luogo che da tanto tempo voglio visitare e penso: “Finalmente! La Grande Muraglia Cinese! Vedo con i miei occhi una delle 7 meraviglie del mondo”.
Un momento: al mio fianco passeggiano due persone importanti della mia vita, ma un po’ improbabili come compagni di viaggio in Cina: una è Samuela, mia carissima amica, e l’altro è Andrea, trainer professionista nel campo delle Tecniche di apprendimento. Come mai sono con loro sulla Grande Muraglia?
E improvvisamente mi sveglio.

È solo un sogno di una notte di due anni fa. Quel sogno però si rivela l’inizio di un’avventura e di progetti che oggi in parte sono già realtà.

Ma procediamo con ordine: inizialmente sono stata attratta dalla scrittura dei caratteri cinesi, una vera e propria forma d’arte, poi mi sono appassionata alla storia millenaria, alla cultura, alla cucina, agli abiti tradizionali di questo Paese.

Ho conosciuto molti cinesi: persone forti e modeste, discrete, profondamente pratiche. Meravigliose le parole con cui li descrive Paolo Lipari, regista comasco: “leggeri come dei napoletani in festa e insieme diligenti come degli svizzeri al lunedì. Le nuvole ordinate.”[1]

Il mio “viaggio in Cina” in realtà inizia nel 2002, quando decido di imparare una lingua straniera per partecipare a un’opera d’istruzione biblica internazionale. Frequento un corso tenuto dai miei compagni di fede, i Testimoni di Geova, che non solo imparano le lingue straniere ma ricevono una specifica formazione per essere insegnanti di lingua in questi corsi[2]. Dopo ogni lezione applicano subito le nuove nozioni, facendo visita a persone di lingua cinese della zona. Dedicandomi a questa forma di volontariato, non solo ho imparato una lingua così diversa, ma ho anche avuto il privilegio di vivere esperienze emozionanti aiutando le famiglie cinesi del territorio a integrarsi.

Dal 2003 ho iniziato il mio percorso di studio e nel 2014  faccio il grande salto: incoraggiata da Samuela, esperta di metodi di apprendimento, decido di investire sulla mia formazione e partecipo a un corso di tecniche di memorizzazione e di lettura veloce.

Sia Andrea Assi, il docente, sia Samuela mi incoraggiano a perfezionare la lingua e a organizzare dei corsi di Cinese che si avvalgano dei nuovi strumenti appresi.

Nel 2015 accetto la sfida e conseguo la certificazione HSK[3] rilasciata  dall’Istituto Confucio (Università di Bologna). Tra giugno e agosto, con il sostegno del Comune di Como, organizzo delle serate aperte al pubblico per presentare il corso, tenuto a novembre presso la sede comasca di “Genio in 21 Giorni”.

Ad ottobre 2015, insieme a Massimo De Donno, inizio la stesura del manuale, “Cinese in 21 giorni”, realizzando così quel sogno.

Se le emozioni potessero scorrere da questa penna, chissà di che colore sarebbero le poche righe con cui spero di averti trasmesso che tutto è possibile, anche imparare con semplicità una lingua che molti trovano tutto fuorché semplice. La chiave è avere sempre la voglia di crescere e imparare. Anche ora che ho 49 anni continuo ad averla. Un passo dopo l’altro, la strada è ancora lunga per me e la accompagna un’emozione grandiosa, com’è lunga e grandiosa la Grande Muraglia che ho visto quel giorno.

Lucia Musso
Coautrice di
Cinese in 21 Giorni

[1]  In un reportage di un viaggio in Cina,  pubblicato in data 17 Luglio 2006 sul quotidiano di Como La Provincia.

[2]  Per aiutare gli studenti a apprendere il più velocemente possibile, gli istruttori ricorrono a metodi didattici divertenti: uno di questi associa i movimenti del corpo alla memorizzazione dei vocaboli, tecnica che adotto anche nei miei corsi.

[3]  HSK è un acronimo e sta per,   pinyin: Hànyǔ Shuǐpíng Kǎoshì; caratteri cinesi: 汉语 水平 考试   Definizione:  test standardizzato di conoscenza della lingua cinese mandarino standard per i non madrelingua

Genio in 21 giorni

Vuoi scoprire come aumentare la tua efficienza mentale e apprendere qualunque lingua...
in 21 giorni?

.
Powered by Autience